10 film che Donald Trump dovrebbe vedere

per comprendere le sue scelte folli e rinsavire

0

Prima dell’8 novembre 2016 la legge americana sul controllo delle armi e la diplomazia americana in Medio Oriente sono stati in un certo senso i più grandi “scherzi del mondo”. Ma poi tutto è cambiato. Contro ogni probabilità e nonostante la perdita del voto popolare, la barzelletta più grande è diventata l’uomo più potente del mondo, il miliardario Donald Trump che, in breve tempo, è riuscito a fare molte sconcertanti decisioni da quando è stato eletto Presidente degli Stati Uniti, riuscendo persino ad invertire alcune delle opere buone fatte dal suo predecessore.

Questo non è solo un problema dell’America, e girando sul web, mi ha colpito un articolo del sito TheCinemaholic che consiglia alcuni film a Trump per comprendere i suoi errori e rimediare alla sua politica folle. Il cinema cambia e forma le vite e i film preferiti di Trump spiegano molto della sua personalità. Le sue scelte mostrano uomini archetipi e dominanti che scalano le vette del successo attraverso un lavoro duro, che qualcuno potrebbe credere corrispondere alla sua vita. Ma di seguito ecco i film che la rivista TheCinemaholic consiglia di vedere a Donald Trump.

American History X 1998

Durante e dopo la sua campagna elettorale, Trump ha fatto talmente tante dichiarazioni razziste contro varie minoranze che elencarle renderebbe questo articolo un saggio. Questo film straziante racconta la storia di un neonazista di nome Derek interpretato da Edward Norton, imprigionato per omicidio e poi fuori come un uomo nuovo. Il suo passato si avvicina a lui e al fratello minore Danny, che affronta il suo stesso cammino. Una fine brutale lascia passare un messaggio che “l’odio è un peso. La vita è troppo corta per essere incazzato tutto il tempo. Non ne vale la pena “, una riflessione che Trump dovrebbe comprendere nel profondo.

Una Separazione (2011) e Il Cliente (2016)

Quando Trump ha deciso di imporre il divieto di immigrazione a sette paesi prevalentemente musulmani, Jamesheed Akrami, professore degli studi cinematografici presso l’Università William Paterson, ha scritto una lettera aperta al Presidente, invitandolo a guardare alcuni film iraniani per capire l’essenza di questo popolo sotto la lente di un regista iraniano. E nessun film fa questo come i due affascinanti drammi di Asghar Farhadi, che hanno vinto l’Oscar migliori film straniero.

Una Separazione – Il Cliente

Una Separazione si concentra su una coppia di iraniani che si divide con la delusione e la disperazione della figlia che soffre per la separazione dei genitori e dei conflitti che sorgono in famiglia. Il Cliente riguarda una coppia sposata che interpreta “Death of a Salesman” sul palco, quando la moglie viene aggredita. Suo marito tenta di determinare l’identità del colpevole mentre si sforza di affrontare lo stress post-traumatico. Speriamo che questi ritratti umani del popolo iraniano potrebbero far cambiare l’atteggiamento di Trump verso di loro.

The Age of Stupid (2009)

Questo docudrama del 2009 è uno dei film più importanti sul cambiamento climatico. Il suo messaggio in una storia post-apocalittica presenta un uomo che vive da solo nel mondo devastato del 2055, guardando i filmati reali dell’archivio dalla metà alla fine del 2000, chiedendosi: “Perché non abbiamo fermato il cambiamento climatico quando avevamo la possibilità?” Speriamo che dopo aver visto questo documentario Trump possa prendere dei provvedimenti su questo problema.

The Age of Stupid

Il Petroliere (2007)

Il dramma storico di Paul Thomas Anderson racconta la storia di Daniel Plainview (Daniel Day-Lewis), un imprenditore minerario impegnato in una ricerca spietata della ricchezza, durante il boom petrolifero del Sud della fine del XIX e all’inizio del XX secolo. È uno dei più grandi film del millennio, anche per la performance di Day-Lewis come ruolo indiscusso di definizione dell’epoca. Il film mette a nudo il lato malvagio, sociopatico del capitalismo, di cui Trump sembra esperto. Nel suo famoso monologo in cui afferma “Odio la maggior parte delle persone“, Plainview descrive il suo approccio spietato con il prossimo. Trump potrebbe apprezzare la satira del film, ma anche imparare molto da questo.

Inside Out (2015)

Anche se è un film di animazione Inside Out della Pixar è un viaggio molto maturo e, considerando la pura gamma e volatilità delle emozioni, l’uomo della Casa Bianca, avrebbe bisogno di guardare questo film più di ogni bambino nel mondo. La storia delle emozioni all’interno della testa della bambina di 11 anni Riley potrebbe, forse, portare una certa maturità emotiva a Trump, altrimenti potrà finire solo con Rabbia al timone nella sua testa!

Erin Brockovich

Se c’è una comunità che Trump ha offeso anche più di messicani e musulmani, sono le donne. Ha chiamato le donne “grasse, maiale, cani, animali disgustosi”. Ha ridicolizzato le candidature femminili sulla base del loro aspetto. E questa è solo la punta della sua misoginia. Il dramma biografico del 2000 di Steven Soderbergh su un avvocato / madre single che ha atterrato da sola la Pacific Gas & Electric Company è quindi un personaggio perfetto per dimostrare a Trump il valore dell’universo femminile, invitandolo ad essere più rispettoso della comunità in rosa.

Kill Bill

Kill Bill 1 e 2

Trump dovrebbe probabilmente guardare questa saga del maestro Quentin Tarantino sulla Sposa che si risveglia da un coma di 4 anni e inizia una ricerca implacabile e sanguinosa per vendicarsi dei suoi ex compagni di squadra al servizio dell’ assassinio Bill. Una serie di combattimenti con la spada contro 88 uomini della Yakuza e anche essere seppellita viva non fermano la guerra personale del personaggio più femminile del cinema. Guardando il suo coraggio, la forza, la perseveranza e la determinazione Trump dovrebbe pensarci meglio prima di parlare con le signore.

V per Vendetta

V per Vendetta

L’adattamento cinematografico di un romanzo grafico DC con lo stesso nome, V per Vendetta, si svolge in un futuro alternativo in cui il Regno Unito è sotto un regime neo-fascista e un anarchico mascherato chiamato V avvia una ribellione contro di esso. Il motivo per cui questo film deve essere guardato da Trump è la traiettoria verso cui l’amministrazione Trump sta portando l’America. In V per Vendetta gli oppositori politici, gli immigrati, i musulmani e gli altri ‘indesiderati’ sono messi nei campi di concentramento sotto un cancelliere potente chiamato Adam Sutler. Le politiche regressive di Trump, anche se non ancora estremiste come il film, vanno nella stessa direzione del governo di Sutler. Guardare questo film potrebbe quindi essere una sveglia per Donald e salutare tutto questo come un incubo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: