5 cose da non toccare in una stanza d’ albergo

0

Per lavoro e per passione mi capita spesso di viaggiare, in Italia o all’estero. Se fosse per me terrei sempre la valigia pronta dietro alla porta, e quando si avvicina una partenza mi piace molto impegnare il mio tempo per trovare il posto più adatto dove soggiornare, oltre ai biglietti di aereo, treno, o lo studio dell’itinerario on the road a bordo della mia fedelissima Opel Adam.

Ormai grazie ad internet tutti possiamo essere l’agenza viaggi di noi stessi e scegliere un albergo o un appartamento adatto alle nostre esigenze, dopo aver letto qualche recensione su Tripadvisor o sui vari siti web che offrono la possibilità di prenotare online, come Booking.com o Hotels.com. All’inizio di Marzo 2017 sono stata a Londra e molti amici mi hanno detto di puntare su alberghi non inferiori alle 4 stelle per evitare spiacevoli sorprese. Infatti è noto che ogni Paese ha un proprio metro di giudizio per catalogare le varie strutture alberghiere disponibili, e a me sinceramente non interessa nè la grandezza di una stanza, nè la varietà della colazione inclusa, ma soprattutto la pulizia e l’igiene che ritengo fondamentali per non riportare a casa qualche brutto ricordo della permanenza.

TravelMath ha condotto una ricerca con test di laboratorio che ho letto online pochi giorni fa, sugli oggetti che dovremmo evitare di toccare in una stanza d’albergo, poichè attirano la più grande percentuale di batteri. Purtroppo quando si parla di pulizia non si può stare sicuri nemmeno se si soggiorna in un hotel a 5 stelle molto costoso, e quindi meglio segnarsi questi dati e fare attenzione nei vari viaggi di lavoro o vacanza che ci portano lontano da casa.

 

IL TELECOMANDO

Che ci crediate o no, uno degli oggetti più sporchi nella vostra camera d’albergo è sicuramente il telecomando. Il personale di pulizia infatti ha avuto solo recentemente una rapida inversione di tendenza, ma nella maggior parte dei casi sembra che non sempre pensi a disinfettare gli apparecchi elettronici più piccoli. Ci avete mai pensato? Il telecomando può avere la stessa quantità di batteri del sedile del water, perchè come sappiamo le mani sono il mezzo più semplice con cui entriamo in contatto con essi.

IL TELEFONO

Secondo le indagini in alcune delle catene di alberghi al top in camera i telefoni pullulano di batteri. La gente li usa molto, ma ci respira anche per parlare vicino alla cornetta, e questo fa sì che i germi si diffondano facilmente. Il telefono spesso è un oggetto trascurato dai camerieri durante la pulizia delle stanze, quindi meglio portare qualche salvietta disinfettante con voi e pulire il telefono prima di usarlo.

IL PIANO DEL LAVANDINO

Pensateci due volte prima di toccare il lavabo. Uno studio chiamato Albergo Igiene Exposed ha trovato che gli armadietti da bagno in diversi alberghi a tre stelle erano positivi a diversi batteri importanti.

 

LE COPERTE

Controllare sempre il materasso e il piumino prima di dormire è un consiglio che ci offre la ricerca di TravelMath. Se siete davvero preoccupati per la pulizia del vostro hotel, portare il proprio lenzuolo e cuscino sarebbe la soluzione ideale ma senza dubbio scomoda. Le cimici dei letti possono nascondersi negli anfratti dei materassi, nelle testiere, quindi non stupitevi se arrivano anche al piumino e alle lenzuola, purtroppo.

IL SECCHIELLO DEL GHIACCIO

Questo è un altro elemento personale che il personale di pulizia dell’hotel tende a saltare in modo che possano ottenere rapidamente diffondersi i germi. La macchina del ghiaccio è anch’essa un altro elemento che raramente viene pulito negli alberghi americani per esempio, dove è più utilizzata. Suggerimento: se si ha realmente bisogno di ghiaccio, meglio chiamare la reception e chiedere dei sacchetti di plastica per contenere il ghiaccio. È possibile evitare di bere i batteri nocivi in ​​questo modo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: