Un tiramisù alle fragole contro la pioggia

0

Quando è domenica mattina e fuori c’è vento, tuoni, fulmini e la pioggia obliqua, è davvero dura trovare un motivo per alzarsi dal letto e dare un senso alla giornata. Tuttavia una cosa che funziona sempre con me in questi casi è il cibo, oltre ad un obbligatorio caffè amaro e bollente 🙂

Sono due giorni che mio padre ha comprato uno stock di fragole che, ovviamente è impossibile consumare nel modo più classico perché siamo quattro in casa e, vista la quantità, dovremmo mangiarle dalla colazione alla cena per una settimana intera. Ogni anno, all’alba della stagione delle fragole, comincio a ricevere benevole minacce per fare la mia versione alternativa al tiramisù originale che, almeno nell’aspetto, è più primaverile, anche se le calorie sono molto simili a quello con il caffè e il cacao.

Marzo è il mese in cui le palestre si affollano perché si comincia ad analizzare la propria forma fisica in vista dell’estate imminente. Così vi offro un metodo per combattere il senso di colpa senza fare la dieta, con la mia ricetta del tiramisù alle fragole. Dimenticate il mascarpone, è frutta…tutta salute! 😉

Ingredienti

2 uova (devono essere fresche perché non è un dolce che si cuoce)
80gr zucchero
250g mascarpone
250g panna da montare
1 bicchierino di liquore a scelta tra Strega, Amaretto Disaronno e Liquore alle Mandorle
Fragole (quantità a scelta, ma abbastanza per estrarre il succo)
Cacao in polvere (facoltativo)
Una scatola da 4 buste di Savoiardi

 

Prima di cominciare ci tengo a precisare una cosa: il tiramisù, di qualsiasi gusto, si fa con i savoiardi!!! Bocciati Pavesini, Gentilini, e tutti gli altri tipi di biscotti che non nascono per questo tipo di dolce, che ha una sua storia e un gusto che cambia soprattutto in base a questa scelta di base.

La sera prima del giorno in cui programmate di fare il tiramisù, tagliate le fragole in piccoli pezzi in un recipiente, unite un paio di cucchiai di zucchero e mettete in frigorifero a riposare. Così il giorno dopo avranno cacciato fuori la giusta dose di succo da poter utilizzare per bagnare i biscotti al posto del caffè che si usa nella ricetta del tiramisù classico.

Come prima cosa montate la panna con un cucchiaio di zucchero, bastano pochi secondi. Una volta pronta la trasferite su un piatto o in un piccolo contenitore per conservarla e utilizzarla più tardi.

 

Nel contenitore dove avete montato la panna mettete 80gr di zucchero, un uovo intero e del secondo uovo solo il tuorlo. Azionate lo sbattitore elettrico a velocità moderata e, dopo pochi secondi, quando vedete che il composto è ben amalgamato, unite tutto il mascarpone, la panna, e un bicchierino del liquore che avete a disposizione tra quelli menzionati nella lista degli ingredienti. Lasciate montare il composto a velocità 3 per qualche minuto, fino a quando non vedete che ha una consistenza non liquida, ma densa e cremosa.

 

Una volta pronta la crema e spento lo sbattitore, unite un po’ delle fragole che avete tagliato il giorno prima e mescolate con un cucchiaio di legno, dal basso verso l’alto delicatamente. Lasciate il composto da una parte e, nel frattempo, scolate le fragole, recuperando il succo che hanno lasciato. Aggiungete al succo delle fragole un po’ del liquore che avete già messo nella crema e ora avete tutto il necessario per iniziare a comporre il vostro tiramisù alle fragole.

 

Prendete una teglia rettangolare con l’altezza giusta per fare almeno due strati di savoiardi ed iniziamo. Bagnate i biscotti nel succo delle fragole e disponeteli vicini nella teglia, senza lasciare spazi vuoti per quanto possibile.

 

Mettete sopra i savoiardi la crema cercando di spalmarla uniformemente e aggiungete qualche fragola semplice di quelle tagliate che non avete messo nella crema. Ripetete l’operazione con il secondo strato di savoiardi e crema, fino a raggiungere il bordo della teglia.

 

Per la parte superiore le scelte sono molteplici, a seconda dei propri gusti. Io, per esempio, spolvero la superficie del tiramisù con un po’ di cacao in polvere e poi aggiungo qualche fragola intera per decorare a piacere. Se non volete mettere il cacao, potete usare delle scaglie di cioccolato e fragole intere o solo fragole intere sploverate magari con un po’ di zucchero a velo. Insomma per l’aspetto finale vi lascio carta bianca e libero sfogo alla creatività!

Nota bene: Il tiramisù più sta in frigo più è buono, quindi tieni presente di tenerlo almeno 3 ore in frigorifero prima di servirlo.

A questo punto non mi resta che augurarvi Buon appetito e, sulla pagina Facebook del mio blog fatemi sapere come vi è venuto. Grazie

 

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: