Oscar 2017: come passare una “lovely night” tifando La La Land

0

Il giorno è finalmente arrivato e, tra poche ore, sarà trasmessa l’attesissima notte degli Oscar 2017 in diretta da Los Angeles. E’ da ieri che penso a come organizzare le ore di sonno per affrontare la lunga maratona di fronte alla tv, e resistere fino alle prime luci dell’alba. Ma, in fondo, per un cinefilo gli Oscar sono un evento così emozionante che è difficile dormire con l’adrenalina che scorre nelle vene ogni volta che vengono pronunciate le fatidiche parole magiche “And the Oscar goes to…”

Anche perchè, per lavoro, dovrò rigorosamente commentare i momenti fondamentali sui vari social, dai look delle star che sfileranno sul red carpet alle esibizioni sul palco del Dolby Theatre degli ospiti coinvolti, e ovviamente i vincitori di ognuna delle categorie sottoposte al giudizio dell’Academy. Quindi per coloro che passeranno la notte insonne vi aspetto sulla pagina Facebook di NewsCinema, su Twitter e sul sito www.newscinema.it, dove pubblicheremo la lista dei vincitori in tempo reale con una lista in costante aggiornamento. Non lasciatemi sola :)!

Nespresso, frappe e Chazelle…what else?

Provvidenziale quest’anno il gadget della Berlinale, ovvero il thermos Nespresso che terrò pieno di caffè vicino a me, insieme al computer e le frappe e castagnole preparate ieri da mia mamma. Quindi direi che sono pronta, soprattutto per fare il tifo per La La Land, il film dell’anno secondo il mio punto di vista. Il musical di Damien Chazelle mi ha letteralmente stregato alla scorsa edizione del festival di Venezia, dove è stato applaudito come film di apertura. Dopo il prologo sulle note di Another Day of Sun ricordo di aver bisbigliato ai colleghi seduti accanto a me in sala: “Sono in estasi!” e, rivedendo poi il film una seconda volta alle Giornate Professionali di Cinema a Sorrento e una terza volta all’anteprima stampa di Roma, mi sono sempre più convinta di non aver mai visto un film come questo. E’ stato in grado di farmi piacere persino Ryan Gosling, un attore che personalmente ritengo sopravvalutato.

14 nomination per una “Lovely Night”

Non si può non amare un film musicale con una colonna sonora magica e suggestiva che entra in testa fin dal primo ascolto, due protagonisti ricchi di sfumature che invitano a sognare mentre si scontrano con i limiti della modernità, e una regia attenta ad ogni dettaglio che omaggia con eleganza il cinema del passato e guida la storia secondo una struttura narrativa originale e dirompente. Infatti era dai tempi di Titanic che non andavo a vedere un film più volte al cinema, e anche il numero delle nomination agli Oscar 2017 di La La Land, conferma un legame con il film di James Cameron. Ben 14 nomination assolutamente meritate, anche se è pressante l’ombra di Moonlight, film di Berry Jenkins che ha trionfato agli Independent Spirit Awards.

Sono indecisa se indossare un vestito blu o giallo sullo stile dei favolosi costumi che sfoggia Emma Stone nel film, sullo sfondo di una Los Angeles romantica e sospesa tra sogno e realtà. Metterò sicuramente in sottofondo alla cerimonia la colonna sonora di La La Land, per cercare di rilassarmi con City of Stars, darmi la carica con Someone in the Crowd e passare una favolosa “Lovely Night” tifando per il film che quest’anno ha fatto davvero la differenza. Avevo pensato di preparare anche quello strano soufflé – torta che Ryan tira fuori dal forno bruciato, quando prepara una cena a sorpresa per Mia (Emma Stone), ma nessuno sembra aver capito esattamente di cosa si tratti leggendo sul web.

Quindi per ingannare il tempo e non finire tutte le frappe e castagnole anche se il lunedì mi aspetta la palestra assonnata, potrei fare una playlist jazz e swing per il mio iPod per sostenere la lotta di Sebastian (Ryan Gosling) contro la caduta di questo genere musicale, mentre aspetto di sapere se La La Land ha vinto le statuette più importanti.

Migliore Attrice? Assolutamente Emma Stone

Oppure potrei anche dare un’occhiata ai corsi di tip tap su YouTube ed esercitarmi con qualche passo da principiante, mentre tifo per Emma Stone, che deve vedersela in particolare modo con Isabelle Hupert, attrice francese che ha già vinto il Ceaser e l’Indipendent Spirit Awards come miglior attrice protagonista per Elle. In effetti l’Academy potrebbe riconoscere il talento di quest’ultima quasi come un omaggio alla sua carriera fino ad oggi, ma Emma è secondo me una delle attrici più in gamba ad Hollywood in questo momento e, per la sua interpretazione in La La Land, merita davvero il premio Oscar. Avete presente la scena dei numerosi provini falliti o la commovente performance della canzone “Audition”?

Insomma La La Land deve vincere almeno Miglior Film, Miglior Sceneggiatura Originale, Miglior Regia, Migliore Colonna Sonora, Migliore Attrice, Miglior Canzone Originale, Migliori Costumi e Miglior Scenografia. Per il resto potrei capire una scelta alternativa, ma dalle 23.00 ora italiana sarò sintonizzata su Sky Cinema sperando che l’Academy renda giustizia ad un film che parla al cuore, emoziona, diverte e, soprattutto, permette ai sogni di uscire dal cassetto!

 

 

 

One thought on “Oscar 2017: come passare una “lovely night” tifando La La Land”

  1. MARIA ROSARIA PORCARO

    Quest’anno gli Oscar hanno dei motivi in più per essere seguiti e se l’aspetto cinematografico terrà banco con l’attesa mondiale dei premi , qualcosa si muove fra le star .Bisogna ricordare che alcuni autori non hanno ottenuto il visto necessatio ad entrare negli Stati Uniti a causa dei recenti provvedimenti sull’immigrazione.In attesa anche di vedere se l’esclusione di registi e attori neri , lamentata nel 2016 ,troverà una compensazione come molti si aspettano ,magari con un pizzico di calcolo.Io mi sono messa tranquilla tifo Ryan Gosling miglior attore e Isabelle Huppert ,migliore attrrice forse no ,ma che carattere!

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: