Tonya, 5 motivi per vedere il film di Craig Gillespie

Non solo per Margot Robbie ed Allison Janney!

0

Tonya è l’ultimo film di Craig Gillespie, nelle sale italiane dal 29 Marzo distribuito da Lucky Red. Margot Robbie interpreta magistralmente la campionessa di pattinaggio su ghiaccio Tonya Harding, ruolo che le è valso la nomination come Miglior Attrice Protagonista alla scorsa edizione degli Academy Awards. Il premio Oscar in quella categoria è andato a Frances McDormand per il suo ruolo in Tre Manifesti a Ebbing, Missouri, ma Allison Janney ha conquistato la statuetta come Miglior Attrice Non Protagonista per il suo personaggio in questo film.

Tonya è una fantastica esagerazione firmata dal regista di Lars una ragazza tutta sua e, in questo video che segue, vi spiego perchè non dovete perderlo al cinema.

Protagonista di uno dei più grandi scandali sportivi nella storia degli Stati Uniti, Tonya Harding è stata la prima atleta americana a distinguersi durante i campionati nazionali statunitensi del 1991, per l’esecuzione perfetta di un triplo axel, la parabola discendente della sua carriera comincia appena un anno dopo, quando si piazza in quarta posizione ai Giochi olimpici di Albertville. Conosciuta per il temperamento focoso, che plasma anche lo stile energico e scattante, la Harding finisce sulle pagine dei quotidiani come responsabile dell’aggressione della rivale Nancy Kerrigan (Caitlin Carver). Colpita alle gambe da uno sconosciuto dopo gli allenamenti, la Kerrigan è costretta a ritirarsi dai campionati nazionali. L’incidente pilotato dall’ex marito di Tonya, Jeff Gillooly (Sebastian Stan), consacra la protagonista come una delle figure più controverse e competitive dello sport americano.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: